Cosa bolliva in pentola

 In Invasioni Olfattive

10 ottobre 2015 – Oggi

Così mangiavamo. A Mercanteinfiera, in mostra antiche ricette. Profumi e sapori sono anche da provare
Cosa bolliva in pentola è la mostra collaterale, realizzata in collaborazione con Villa Carlotta, museo e giardino botanico sul lago di Como, che attraverso af?che pubblicitarie risalenti ai primi del ‘900 (Galleria L’Image di Alassio) e antichi ricettari, aiuta a comprendere l’evoluzione del gusto, tratteggiando la fisionomia che caratterizzava la cucina del secolo scorso, in particolare tra il 1900 e il 1945. Non solo ‘reperti’ ma anche consigli culinari, suggestioni, attrezzi specifici. Così si scoprono da un ricettario del 1913 edito dal fiorentino Adriano Salani i “beccaccini in teglia” o la “zuppa di ovoli” e da uno del 1940 (Bottega del Ghiottone) “la zuppa tricolore” o il “formaggio di patate”. Il tutto affiancato ad un percorso olfattivo di “antichi odori” ricreati per l’occasione da Caterina Roncati, fragrance designer genovese.

https://www.oggi.it/cucina/news-cucina/2015/10/05/cosi-mangiavano-a-mercanteinfiera-spazio-al-food-in-mostra-antiche-ricette-profumi-e-sapori-sono-anche-da-provare/

10 ottobre 2015 – ParmaReporter
Una vera chicca da non lasciarsi sfuggire la Mondaini bambina, insieme al percorso olfattivo allestito dalla fragrance designer genovese Caterina Roncati grazie alla quale dalle vecchie pentole si espande il profumo della torta margherita preparata dalle nostre nonne, insieme a quelli delle olive, del formaggio e del “caffè senza caffè”, che le famiglie più povere preparavano utilizzando i surrogati. Non solo reperti quindi, ma anche consigli culinari, suggestioni, attrezzi specifici: un’idea quanto mai appropriata in continuità con l’esperienza di Expo e con il filo conduttore della nutrizione.

Miele, cioccolato, profumi che pervadono pianerottoli e ricordi di tavolate in famiglia: Villa Carlotta, sotto la sapiente direzione di Serena Bertolucci, ci propone un interessante viaggio attraverso la rappresentazione degli strumenti e dei prodotti che animavano le cucine tra il 1900 e il 1945. Non solo ‘reperti’ ma anche consigli culinari, suggestioni, attrezzi specifici: un’idea che si è resa particolarmente adeguata in continuità con l’esperienza Expo e con il filo conduttore della nutrizione. Aneddoti, esperimenti, storie di vita e di quotidianità intrecciate alla storia, al suo incedere, ai suoi avvincenti episodi. Un gioco di memoria e presente, pubblicità e sperimentazione visiva, per comprendere l’evoluzione del cibo e scoprire i caratteri distintivi della cucina del secolo scorso. Numerose Illustrazioni pubblicitarie che diventano così un vero e proprio excursus nella storia del nostro Paese. Le illustrazioni, provenienti dalla Galleria L’Image di Alassio (www.posterimage.it), saranno affiancate da un percorso olfattivo con “odori antichi” della cucina vintage ricreati dalla fragrance designer Caterina Roncati del Profumificio del Castello di Genova.

https://www.mercanteinfiera.it/mostre/cosa-bolliva-in-pentola/